Madrid

Cosa fare a Madrid in un giorno

Direzione canarie? Spesso comporta uno scalo a Madrid e allora perchè non godere, anche se fugacemente, dello spirito delle bellezze di questa città.

La prima cosa fondamentale per visitare Madridè una cartina della metro, che nella capitale spagnola è capillare e frequente quindi vi sarà d’aiuto nei vostri spostamenti. Prendendo la linea 8 dall’aereoporto di Barajas dirigetevi verso la fermata  Banco de Espana. La nostra prima tappa sarà Plaza Cibeles, una stupenda piazza, molto patriottica da cui partire per due diversi itinerari.

Per il primo itinerario tornate verso la fermata e percorrete Calle Alcalà fino ad arrivare a Puerta del Sol. Questa piazza è il centro della vita di Madrid, è particolare perchè cambia aspettoPlaza Mayor ad ogni ora e ad ogni mese, a seconda del momento della giornata potrete ammirare gli uomini in giacca e cravatta che corrono a lavoro, oppure le signore intente nello shopping, o i giovani che festeggiano le serate. Dopo la foto obbligatoria con il sibolo di Madrid (l’orso con il Madrogno) continuate dritti su Calle Mayor e sulla vostra destra (basterà seguire il flusso dei turisti) troverete un passaggio per Plaza Mayor con la statua di Felipe III e le sue nove porte di accesso riuscirà velocemente  disorientarvi.

Anche se in spagna il pranzo vero e proprio si fa più tardi rispetto agli orari italiani, in questa zona troverete sicuramente da mangiare anche prima. a pochi passi da Plaza Mayor c’è il mercato San Miguel, un’occasione unica per unire il pranzo all’ ir de tapas madrileno. Nel mercato (al chiuso) potrete trovare un tavolo e poi comprare assaggini in tutti gli stand che vorrete. Ce n’è per tutti i gusti, pesce fresco, carne di tutti i tipi, ma anche dolci, caffè (l’espresso è buono!) yogurt e cioccolata. Si può scegliere anche di comporre un pranzo tipico con tante tapas differenti.

Dopo pranzo ci dirigiamo verso il teatro dell’opera, il palazzo reale e la cattedrale dell’Almudena, da guardare da fuori passeggiando e ammirando i giardini sul retro del palazzo. Continuando dritti si arriva a Plaza d’Espagna, con la sua statua di Don Quijote e Sancho Pansa.  Da qui, se non si vuole fare un pezzo in salita, si può prendere la metro gialla e scendere a Callao, nel pieno della Gran Via, la via dello shopping di Madrid, piena di vita e di bellissimi palazzi. seguendo la via vi ritroverete esattamente al punto di partenza da cui tornare all’ereoporto.

La seconda opzione prevede la visita di un museo, se si è amanti dell’ arte Madrid è perfetta. Plaza CibelesDal nostro punto di partenza (Plaza Cibeles) girate verso il Paeseo del Prado, dove, oltre all’omonimo museo, troverete anche quello navale, dell’ esercito, dell arte figurativa o del museo Thyssen. Se sceglierete di visitare il primo concedetegli parecchio tempo se volete goderlo in tutta la sua magnificenza. Lungo questa via da segnalare anche la Plaza de Neptuno, davanti all’ingesso del Prado, con la sua statua centrale.

Una curiosità: per gli appassionati di calcio che conoscono le due squadre di Madrid, le due tifoserie della capitale hanno una piazza per uno in cui festeggiare. Mentre Plaza Cibeles è territorio del Real Madrid, Plaza Neptuno è il coovo dell’Atletico Madrid.

Per il pranzo vi consiglio delle locande come la Cerveceria Cervantes o la Locanda de Daniela. Sono uno accanto all’altro e sono due locali abbastanza economici e tradizionali in tutto,dall’ambiente al cibo.

Nel pomeriggio, se è una bella giornata approfittate per entrare nel Retiro, iRetirol parco è molto bello, con un grande lago,  un palazzo di cristallo e moltissimi scoiattoli. In caso di giornata piovosa dirigetevi verso, Atocha, anche con la metro, per vedere Guernica al Reina Sofia, o anche solo per entrare in questa stazione che conserva al chiuso, un giardino tropicale con tanto di bananeti e tartarughe.

Per il ritorno contate sempre un’oretta i tempo, in teoria potreste metterci anche mezzora ma non sempre scendendo dal primo treno si trova subito il secondo pronto.

Se in un giorno avete voglia di godere di un’accoglienza gentilissima, di gente simpatica, capolavori artistici e anche culinari, Madrid fa per voi e vedrete che dopo avergli concesso un giorno vorrete sicuramente concedergliene altri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *