La mia esperienza agli Warner Bros studio tour e alla mostra itinerante Harry potter: the exibition

Da quando noi fan di Harry Potter non abbiamo più un nuovo trailer o un nuovo libro da aspettare, i luoghi dove vivere più da vicino Hogwarts e le sue storie si moltiplicano. Vi voglio raccontare oggi della mia esperienza al Warner Bros studios Making of Harry Potter di Londra e Alla mostra itinerante, Harry potter the Exibition, che sta girando tutta l’Europa e ora si trova a Colonia.

Partiamo dagli Studios di Londra, si trovano a 45 minuti di treno dalla fermata Euston della metro londinese, una volta scesi dal treno ci sono dei pulmini (stile nottetempo) che vi portano agli studios in una ventina di minuti e il biglietto, andata e ritorno si fa a bordo. Scesi dal pullman la biglietteria si trova a destra dell’entrata principale, qui potrete ritirare i biglietti da mostrare all’ingresso. L’entrata alla mostra avviene una volta ogni ora, secondo dei turni, ma il biglietto si può prenotare solo da internet. Se doveste arrivare prima non disperate, lo shop è visitabile da subito e c’è anche uno stasbucks molto accogliente dove aspettare, in più se avrete fortuna potrebbero anche farvi entrare con il turno precedente ( a me è successo).  Se il vostro viaggio, come il mio avverrò in inverno, ricordatevi di non lasciare i cappotti al guardaroba perché una parte della visita sarà all’esterno!!

hogwarsUna volta entrati ci sarà una breve introduzione e dei video da vedere tutti insieme per poi entrare nella mitica sala grande seguita da abiti del set, scenografie particolari, scope e candele fluttuanti, le sale sono molto grandi e la quantità di cose da vedere è veramente notevole, superate le prime sale si può uscire all’esterno o iniziare a mettersi in fila per farsi le foto nella macchina volante o con la scopa, la fila è lunga ma scorre e sono tutti molto gentili, una volta arrivati si fa un video con gli effetti speciali e due foto con il mantello (che vi danno appositamente). Da sottolineare che ogni singola foto costa otto sterline! Nella parte esterna troverete l’auto ,il nottetempo, Privet Drive, il ponte di Hogwars e la burrobirra (insieme a bibite e hot dog). La burrobirra ha un gusto particolare, non è alcolica ed è molto dolce,la spuma sa di caramello e la birra è praticamente un succo zuccherato per volendo si può prendere con un boccalino di plastica da portare via. Una volta rientrati avrete occasione di vedere Diagon Alley, le creature magiche e  alcuni bozzetti per poi concludere con il modellino di Hogwars e la sala delle bacchette.

20141109_151718

Alla fine del tour entrerete direttamente nello shop, che è grandissimo, ci sono gioielli, dolcetti, felpe, magliette, tutti i libri, la scacchiera, piccole scope e molte spille e portachiavi. Nell’insieme la visita è interessante anche per i fan meno accaniti, in tre ore si può girare tutta e qualsiasi amante della saga sarà ben contento di godersela!

20141109_151917Passando alla Mostra itinerante “Harry Potter the Exibition” vi consiglio se potete di vederla prima degli studios di Londra, soprattutto per la quantità di cose da vedere, ma non per la qualità, le due mostre si compensano e spesso non si ripetono l’unica pecca della seconda è che è vietato fare foto. Prima di entrare si possono fare le foto con la sciarpa e la bacchetta in diverse pose, la fila non è lunga quindi si possono fare varie prove. La mostra itinerante inizia con la cerimonia dello smistamento con il cappello parlante, si passa poi ad un introduzione con parti di film per poi entrare alla mostra, che è divisa in parti tematiche come lo studio della Umbridge, la zona Ron o Harry poi si può estrarre le mandragole o tirare la pluffa. Lo shop è Carino anche se più piccolo, e anche qui si possono ritirare le foto fatte all’inizio scegliendo tra i vari sfondi.

Nell’insieme le due mostre si compensano e soddisfano, per quanto possibile, la curiosità di tutti i fan lasciando un pochino più di magia in chi ne approfitta.

2 commenti:

  1. Pingback:5 luoghi magici di Londra , un tour particolare nella fantasia

  2. Niente di meglio per chi, come me, ama Harry Potter che immergersi con la fantasia in questo mondo magico per tornare bambini e sognare ad occhi aperti.
    Grazie per questa magia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *