Roma #dadoveblogghi #MordieViaggi

Mordi e Viaggi ha deciso di partecipare alla nuova iniziativa di mondovagando: #dadoveblogghi? L’idea nasce per creare una rete di travel blogger a cui chiedere consigli “poco turistici” sulle città da cui scrivono, così approfitto per dedicare un articolo alla mia Roma.

dadoveblogghi

Spesso ci si concentra su quanto si vuole volare lontano e invece si dimentica di guardarsi intorno. Fin da piccola ho sempre invidiato coloro che non erano di Roma, perchè potevano provare l’emozione di vederla per la prima volta. In realtà crescendo ho capito che è una fortuna guardare San Pietro dall’autobus fermo nel traffico o tornare a casa seguendo le Mura Aureliane al tramonto e più imparo a vivere e viaggiare all’estero, più mi rendo conto di quanto questa città sia parte di me.

In un certo senso per me è vero che apprezzi le cose solo quando le perdi, dopo aver vissuto a Madrid (peraltro città di cui sono ancora innamorata) ho aperto finalmente gli occhi, guardando la città eterna dal punto di vista di chi torna. Potrei parlare per ore dei luoghi più belli della città, ne so tanti (più o meno nascosti), ma non smetto mai di scoprirne di nuovi. Ogni volta che ti fermi a parlare con qualcuno ti raccontano storie indescrivibili, ti dicono di cercare una vecchia bottega, un giardino in un palazzo, delle colonne dimenticate tra le mille statue, ricostruzioni, plastici, signori che hanno visto epoche che tu nemmeno immagini e ragazzi che si affannano per migliorare anche i difetti di quest’avvolgente città.

Per chi ama viaggiare Roma, come se non bastasse, offre molto di più di se stessa, offre la possibilità di conoscere il mondo, di Viaggiare Stando Fermi, perché dà asilo a tantissime culture e ogni giorno ci sono piccoli o grandi eventi che portano in questa città una ventata di Asia, di Africa e di tutte le culture immaginabili anche le più sconosciute. Se dovessi descriverla in una frase direi che amo questa città perchè a volte ti fa sentire al centro del mondo, come se una piccola parte della vita di ognuno dovesse, prima o poi, passare per un vicolo di Trastevere, tra la calca di via del Corso, in mezzo ai selfie del Gianicolo o tra i clacson dei taxi imbottigliati nel traffico.

Volendo infine aggiungere un’ultima ragione per cui sono legata indissolubilmente a questa città è perchè è sempre in grado di stupirti. Sembrerà banale, ma chi viaggia sa che ci sono dei momenti in cui ,ovunque ti trovi, resti un attimo a bocca aperta. Io dico spesso che in quei momenti senti la magia di un posto e forse, a tutt’oggi, viaggio anche per vivere ancora momenti come quelli.  Roma è speciale anche per questo, perchè anche se la conosci, se sei stanco,distratto e proprio non stai pensando a quello che fai , ti colpisce di soppiatto in mille modi e in luoghi dove un attimo prima non ti saresti neanche fermato, lasciandoti ancora una volta senza parole. 

Arianna Pedicini

4 commenti:

  1. Ciao! Io sono Anna, romana come te! Hai ragione quando dici che a volte vorresti vedere Roma con gli occhi del turista, capita anche a me. In effetti vorrei partecipare a questo tag ma non so veramente cosa dire su Roma, mi viene da dire solo… Roma è Roma. Ci penserò su 🙂 intanto piacere di conoscerti!

    • Ciao Anna, piacere mio! Hai ragione Roma è Roma e anche se tante volte vorremmo vederla da turisti l’importante è che ci ritroviamo a vivere in una città stupenda! Tienici aggiornati e continua a seguirci 🙂

  2. Pingback:#dadoveblogghi? - Mondovagando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *