La Giordania in 10 foto: da Petra a Wadi Rum con un tuffo nel Mar Morto

LA GIORDANIA IN 10 FOTO – Nuovo anno, nuova avventura. Questa volta vi raccontiamo la Giordania e le sue bellezze. Dalla cultura, al cibo alle meraviglie naturali. Tutto attraverso un tour fotografico targato esclusivamente Mordi e Viaggi. Il nostro viaggio è durato circa una settimana, tra voli e spostamenti, ma una cosa ci tengo assolutamente a precisare: nonostante i confini con Siria, Arabia Saudita, Israele e Iraq,  la Giordania è un paese sicuro e accogliente! Lo dico perché di questi tempi è facile generalizzare i problemi che avvolgono il medio oriente, quindi se siete indecisi comprate un biglietto e catapultatevi in nuova realtà tutta da scoprire.

1. JERASH (جرش‎)- Il nostro viaggio comincia con un volo abbastanza lungo con scalo a Istanbul e destinazione finale ad Amman, la capitale. La prima fermata, però, è a Jerash. Famoso sito archeologico dell’omonima città. Qui potrete trovare un vero e proprio angolo di Grecia e Roma allo stesso tempo. Dall’arco di Adriano, al Tempio di Zeus, passando per il foro. La magia è garantita. dav2. MAR MORTO (البحر الميت‎)- Dopo la mezza giornata trascorsa a Jerash è ora di fare un salto al Mar Morto. Il viaggio è lungo, ma ne vale la pena. Si comincia con un po’ di tintarella  per poi fare un bagno( a FEBBRAIO!) e vi renderete conto che la salinità dell’acqua vi farà restare a galla senza sforzi. Una volta usciti si fanno i fanghi che, uniti alle proprietà del mare, renderanno la vostra pelle liscia come non mai. In più non sono molti i posti dove rilassarsi al tramonto e poter ammirare Israele e soprattutto le luci di Gerusalemme con il calar del sole. dav3. PETRA, IL TESORO (بترا) – E’ il turno di ammirare una delle “Sette meraviglie moderne”. Il sito archeologico è grandissimo e vi prenderà un intera giornata. Si comincia passeggiando nel canyon fino a scorgere pian piano “Il Tesoro”. Un qualcosa di sensazionale. Petra4. PETRA, IL MONASTERO – L’avventura prosegue e qui solo i temerari potranno continuare. Per chi se la sentisse di affrontare più di 1000 gradini e svariate salite c’è il Monastero. Non è mastodontico come il Tesoro, ma la bellezza del paesaggio circostante e di El Khasneh ripagheranno la vostra fatica. Lungo il cammino troverete anche bancarelle dove fare acquisti o sorseggiare un the, ma il consiglio è fermarsi al chioschetto che troverete in cima alle montagne e sorseggiare un fresco limone e menta che vi rimetterà in sesto. hdr5.   WADI RUM, IL DESERTO (وادي رم‎)  – Se pensate di non poter vedere niente di più bello di Petra, la Giordania saprà ancora sorprendervi. Ci dirigiamo verso Wadi Rum, il deserto roccioso, ma anche con qualche duna (per gli amanti della sabbia). Location incredibile e teatro di tantissimi film. Dal celebre Lawrence d’Arabia al più recente The Martian. Prendete un pick up e giratelo in tutta la sua grandezza. deserto6. PRANZO BEDUINO – Il deserto sa stancare e per questo non c’è niente di meglio di un pranzo beduino a metà giornata. Pasto semplice e allo stesso tempo buonissimo. Pane arabo e un sughetto veramente simile al soffritto italiano con pomodori e cipolla. Una ciotolina di olive e il gioco è fatto. Ci si siede per terra su un tappetto e poi la “scarpetta” farà il resto.dav7. PASSEGGIATA A CAMMELLO – Decisamente turistica, ma comunque divertente. Dopo mangiato, o prima, una passeggiata sul cammello non si rifiuta mai. La velocità di punta la tiene il beduino con le corde, ma tenetevi forte quando il cammello si alza o scende. Il rischio di finire per terra c’è! passeggiata a cammello

8. AMMAN (عمان) – Non ci resta che fare un bel giro per la capitale della Giordania. Siti archeologici, moschee, bazar e ristoranti. La città si esalta con il traffico e la confusione e nei negozi potrete trovare tantissimi souvenir da riportare a casa. non perdetevi il richiamo della preghiera che, rimbombando tra le colline di Amman, riesce addirittura a sovrastare il traffico.

dav9. BAZAR DI SPEZIE – Si comincia ad assaggiarle al mattino con l‘hummus a colazione e si finisce per averle la sera a cena sui piatti tipici giordani come il mansaf. Nei bazar di Amman troverete tantissimi venditori di spezie che colorano e inebriano la città. Un consiglio? allontanatevi un po’ dalla strada principale per trovare negozi più autentici e anche più conomiciSpezie10. RAINBOW STREET (شارع الرينبو) – La via più mondana di Amman. Nella Rainbow Street troverete ristoranti, negozi, pub e tutto quello che serve per divertirsi la sera. Il mio consiglio per cena è il Sufra Resturant, più caro della media ma decisamente il migliore in assoluto. hdr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *