Tre giorni a Innsbruck, ecco cosa vedere (FOTO)

TRE GIORNI A INNSBRUCK – Con il  Natale alle spalle, si avvicina il periodo delle settimane bianche e non c’è niente di meglio di un bel viaggio sulle Alpi austriache di Innsbruck. Mordi e Viaggi vi proporrà una guida esclusiva tra le bellezze artistiche e naturali della città, famosa non solo per i suoi mercatini natalizi e per gli impianti sciistici. Un viaggio attraverso il cibo, le escursioni e la cultura della capitale del Tirolo.

DAY 1 – La partenza da Roma (Stazione Termini) è prevista per le 06:45 del mattino con scalo a Verona per poi proseguire con la linea DB-OBB fino a Innsbruckphoto_2016-01-17_11-16-17. Il treno, arrivato puntuale alle 14.35, ci ha lasciato alla stazione centrale. Da lì diverse linee bus vi porteranno ovunque vogliate. Noi abbiamo deciso di alloggiare all’Hotel Engl (3 stelle, a 5 minuti dalla piazza centrale) e la scelta si è rivelata buona. Sistemati i bagagli, iniziamo il nostro tour con una passeggiata di perlustrazione per le vie del centro storico, ma attenzione molte delle attrazioni principali chiudono alle 17, quindi è possibile che dobbiate rimandare al giorno dopo. Quindi nel primo pomeriggio abbiamo intanto ritirato la nostra “Innsbruck Card“, fondamentale per non dover tirare fuori il portafoglio ogni 5 minuti! Con 47 euro avrete accesso, per tre giorni, a musei, chiese, mezzi pubblici e molto altro (Per maggiori informazioni clicca qui). Nel frattempo è quasi ora di cena e la scelta è variegata: dalle classiche bisteccherie, alle osterie tradizionali fino ad arrivare alle speckerie.

photo_2016-01-17_11-16-25DAY 2Dopo aver riposato decidiamo di andare al Palazzo Reale (biglietto compreso nella Innsbruck Card). Al primo piano troverete troverete delle mostre itineranti, mentre al secondo piano comincia la vera e propria visita alle stanze. Andateci, vale veramente la pena. Appena fuori la tenutaphoto_2016-01-17_11-15-46 imperiale, la fermata al  Caffè dell’Hotel Sacher è d’obbligo. Un cappuccino e una fetta di torta e sarete pronti per andare in montagna. Vicino il Palazzo Reale c’è la funivia che vi porterà fino a 2.300 metri. Con la carta della città non pagherete il ticket, ma avrete a disposizione una sola corsa per salire e riscendere. Potrete fermarvi a diverse altezze, il nostro consiglio è arrivare fino in cima con l’ora calda, godersi un panorama da urlo e poi scendere al livello sotto dove potrete mangiare e bere una cosa riposandovi su delle sdraio che affacciano sulla città. Dopo una piccola pausa ci incamminiamo verso l’ Alpe Zoo, nulla di imperdibile, ma per i bambini sarà sicuramente una tappa piacevole. A questo punto sarà quasi ora di cena, quindi incamminatevi (con autobus o metro-funivia) verso il centro e mangiate qualcosa.

DAY 3 – L’ultimo giorno abbiamo visitato tutto quello che mancava della città, approfittando del treno che partiva alle 23.45. Un consiglio, lasciate i bagagli in Hotel. A Innsbruck gli alberghihdr sono disposti a tenere le vostre valige fino alle 10 di sera e alla stazione i depositi sono quasi sempre tutti pieni, rischierete solo di fare un viaggio a vuoto. A questo punto ci incamminiamo verso il photo_2016-01-17_11-16-45centro per visitare quello che resta. Le vie hanno dei palazzi stupendi e anche il solo passeggiare diventa un’esperienza bellissima. La mattina decidiamo di prendere il bus che ci porta al Castello di Ambras (7 km fuori dal centro), e durante il viaggio abbiamo fatto diverse fermate, permettendoci di vedere cose che altrimenti non saremmo riusciti a visitare (come il trampolino olimpico e lo stadio del ghiaccio). Il castello merita assolutamente, in particolare l’armeria e la sala della caccia sono i fiori all’occhiello dell’attrazione. Avrete anche la possibilità di fare un giro nella foresta intorno con vie scoscese e cascate che renderanno il tutto più magico. Tornati in città, mangiamo una cosa al volo (salsicce e krauti) e ci dirigiamo verso la Cattedrale. Poi il Duomo di San Giacomo e verso il tramonto la Torre Civica per ammirare il tramonto e il Tettuccio d’oro. A questo punto non ci resta che salutare la città facendo una passeggiata lungo il fiume Inn e incamminarci verso la stazione. Noi abbiamo deciso di tornare verso Roma con il notturno austriaco. Inizialmente eravamo diffidenti, ma il servizio, la pulizia e le cuccette per dormire sono state impeccabili.

 

Dario Marchetti
@dariomarchetti7

Un pensiero su “Tre giorni a Innsbruck, ecco cosa vedere (FOTO)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *